/  /  /

Tregua nel Mercosur: Argentina e Brasile concordano riduzione dei dazi comuni

Argentina e Brasile hanno concordato questo fine settimana l'abbassamento fino ad un 10% della tariffa doganale comune verso paesi terzi applicata nel quadro del Mercato comune del sud (Mercosur) di cui formano parte assieme a Uruguay e Paraguay. L'intesa è arrivata al termine della visita che il nuovo ministro degli esteri argentino, Santiago Cafiero, ha realizzato a Brasilia, dove è stato ricevuto dal ministro Carlos Alberto França, e abbassa i toni di uno scontro bilaterale in atto da mesi.

L'accordo, che esclude settori industriali sensibili per l'America meridionale come la produzione automobilistica, calzature e tessili, dovrà essere ratificato nella prossima riunione del consiglio del Mercato del Mercosur, ma non vi sono indizi di opposizione da parte dei due soci minori del blocco. Solo il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha espresso qualche perplessità in merito, esigendo uno sforzo ulteriore per azzerare i dazi comuni. Tra Buenos Aires e Brasilia infatti è in corso un duro scontro intorno all'indirizzo da dare al Mercosur. Bolsonaro, in sintonia con il governo uruguaiano pretende una politica di apertura indiscriminata ai mercati internazionali, mentre l'Argentina difende il mantenimento di certe barriere commerciali per proteggere l'industria locale. Da diversi mesi serpeggiava tra i soci la possibilità di una rottura definitiva del blocco, principale motivo del viaggio di Cafiero in Brasile.

Questo articolo è disponibile anche in: ES