/

Manifestazioni a sostegno di Bolsonaro

Decine di migliaia di persone si sono riunite ieri in diverse città brasiliane per aderire alle manifestazioni convocate dal presidente Jair Bolsonaro in sostegno al suo governo. A San Pablo, Rio de Janeiro, e nella capitale Brasilia si sono registrati i cortei più numerosi. La data coincide con la festa dell'indipendenza del Brasile, e quest'anno era particolarmente attesa nel contesto dello scontro che il presidente ha aperto con la magistratura.

Nonostante durante la vigilia diversi gruppi legati al governo avessero minacciato di occupare con la forza la sede del Supremo Tribunale Federale, non si sono registrati incidenti rilevanti. A fine luglio, il Stf ha aperto un'indagine contro Bolsonaro e alcuni dei suoi sostenitori più in vista per le notizie false trasmesse durante gli ultimi mesi intorno al sistema elettorale brasiliano e le minacce diffuse contro giudici e politici dell'opposizione. “Non possiamo accettare ulteriori imprigionamenti politici nel nostro Brasile. O il capo di quel potere si occupa degli affari suoi o quel potere può soffrire ciò che non vogliamo”, ha avvertito Bolsonaro nella Spianata dei Tre Poteri, a Brasilia, in evidente riferimento al presidente del Stf, Alexandre de Moraes, che ha aperto l'indagine nei suoi confronti.

Questo articolo è disponibile anche in: ES

Federico Larsen