/

Il pastore evangelico André Mendonça nominato giudice della Corte suprema

Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha confermato ieri la nomina del giurista André Mendonça alla carica di giudice della Suprema Corte Federale. Mendonça, che ha già ricoperto le cariche di ministro della Giustizia ed è stato titolare dell'Avvocatura di Stato, dovrà ora essere confermato dal Senato. “Cercherò rispettosamente il contatto con tutti i membri, che hanno l'alta missione di valutare il mio nome. Infine, al popolo brasiliano, riaffermo il mio impegno con la Costituzione e lo Stato Democratico di Diritto. Dio benedica il nostro Paese!”, ha scritto l'avvocato in un comunicato stampa.

Mendonça sostituirà il giudice Marco Aurélio Mello, andato in pensione a inizio di questa settimana, ed è il secondo membro della Corte suprema nominato la presidente Bolsonaro. In occasione della conferma di Kassio Nunes Marques nel 2020, il presidente aveva promesso che il prossimo giudice da lui indicato avrebbe avuto un profilo “evangelico”, e la scelta è caduta su Mendonça.

“E’ un pastore evangelico - ha spiegato Bolsonaro ieri – e gli chiedo solo che, una volta alla settimana, inizi la sessione con una preghiera. A prescindere dalla mia richiesta, sono sicuro che gli altri 10 giudici non si opporranno. Al contrario, si sentiranno molto più leggeri nell'anima nello svolgere i loro processi”.

Questo articolo è disponibile anche in: ES

Federico Larsen