/  /

Si dimette il ministro dell'ambiente 

Il ministro dell'Ambiente del Brasile, Ricardo Salles, ha presentato ieri le proprie dimissioni. Attualmente é imputato in una causa che porta avanti il Supremo Tribunale Federale del Brasile, in cui lo si accusa di aver favorito il commercio di legname prodotto del disboscamento illegale della foresta Amazzonica.

In un breve messaggio alla stampa, Salles ha rivendicato il proprio operato come ministro senza fare riferimento ai motivi che lo hanno portato alle dimissioni. “Abbiamo adottato misure allineate con il progetto scelto dal Brasile nel 2018 con l'elezione democratica di Jair Bolsonaro, che ha cambiato ciò che la sinistra stava facendo negli ultimi anni in materia ambientale”, ha sostenuto. Salles era considerato il ministro più vicino all'attuale presidente di estrema destra, Jair Bolsonaro. Sin dalla sua nomina era stato duramente contestato dai movimenti ambientalisti sudamericani per la sua posizione negazionista intorno al cambiamento climatico, la sua opposizione all'Accordo sul Clima di Parigi, e le sue relazioni con l'agrobuisness brasiliano.

Questo articolo è disponibile anche in: ES