/

Leopoldo Lopez: "Vogliamo elezioni presidenti e parlamentari davvero libere"

"Il Venezuela è un paese che continua a soffrire, che ha il maggior livello di povertà del Sudamerica, che ha un esodo di milioni di venezuelani che decidono di lasciare la propria terra, e l'origine di questa tragedia umanitaria e politica è una dittatura. Siamo qui in Italia per cercare un'uscita politica alla crisi, con l'Europa e gli Stati uniti, per raggiungere un obiettivo comune: elezioni libere, verificabili, che permettano che siano i venezuelani a prendere le decisioni per il loro futuro. Per farcela abbiamo bisogno dell'appoggio decisivo dell'Italia e dell'Europa, che lavorino in maniera integrata con gli Stati Uniti, con i paesi della regione, e ovviamente con i settori democratici del Venezuela, affinché si arrivi a elezioni parlamentari e presidenziali libere. È una cosa che si può ottenere, ma i venezuelani da soli non possono farcela, per questo abbiamo parlato con altri paesi europei e per questo insistiamo sull'unità dei paesi democratici sulla questione venezuelana". Così Leopoldo Lopez, commissario rappresentante di Juan Guaidò, al Senato della Repubblica italiana.

Questo articolo è disponibile anche in: ES