/  /

Via libera della Camera per la legalizzazione dell'eutanasia

La Camera dei Deputati del Cile ha approvato il progetto di legge che prevede la possibilità di ricorrere all'eutanasia per pazienti con malattie terminali in situazione irreversibile. Il testo, che é stato riattivato alla fine del 2020 dopo dieci anni, passerà ora al Senato per l'approvazione definitiva.

La norma modifica la Legge sui Diritti e Doveri del Personale della Sanità, il Codice Civile e il Codice Penale cileni. Se approvata, qualsiasi cittadino, o persona residente in Cile da almeno 12 mesi, potrà fare richiesta di porre fine alla propria vita dopo una diagnosi di malattia terminale confermata da due medici. La persona dovrà essere maggiorenne, dichiarata capace all'esame psichiatrico ed esprimere la propria volontà liberamente. La richiesta potrà essere revocata in qualunque momento, “anche nell'istante precedente all'induzione della sua morte” secondo il testo passato alla camera, e i medici avranno altresì il diritto di dichiarare la propria obiezione di coscienza.

Questo articolo è disponibile anche in: ES