/  /

Rimpatriati quasi 100 bambini venezuelani orfani per il Covid

La Presidente dell'Istituto Autonomo del Consiglio Nazionale per i Diritti del Bambino, Bambina e Adolescente del Venezuela (Idenna), Luisaura Ravicini, ha annunciato che il governo ha rimpatriato quasi 100 bambini figli di emigrati venezuelani morti all'estero per Covid. Una volta giunti a Caracas i minori sono consegnati alle famiglie di origine dei genitori o, qualora fosse impossibile rintracciarle, rimangono in custodia dello stato.

“Il bambino che resta senza la madre o il padre in un altro paese e indifeso è un venezuelano che dobbiamo proteggere”, ha spiegato Ravicini, che ha dettagliato anche che il programma si porta avanti in coordinazione col ministero degli esteri venezuelano. Secondo dati dell'Agenzia per i Rifugiati delle Nazioni Unite sono piú di 5,4 milioni i venezuelani emigrati ad altri paesi del continente, la maggior parte in Colombia, Ecuador e Perú. Proprio da queste nazioni sono stati rimpatriati la maggior parte degli orfani del covid. Una situazione che preoccupa in tutta l'America Latina. In Perú sono giá 10.900 i sussidi approvati dal governo in favore di minori rimasti orfani a causa del Covid. In Messico solo si hanno dati della capitale, dove gli aiuti sono stati consegnati a 2.700 bambini ma si stima che a livello nazionale siano venti volte tanto.

Questo articolo è disponibile anche in: ES