/  /

Registrati 52 femminicidi dall'inizio dell'anno, uno ogni 27 ore

L'osservatorio contro la violenza di genere Ahora que si nos ven, ha pubblicato il suo rapporto mensile sul numero di femminicidi commessi in Argentina nel 2021. Dal 1 gennaio al 28 febbraio sono stati commessi 52 femminicidi, l'equivalente a uno ogni 27 ore. Nell'80% dei casi, l'autore è stato il marito o fidanzato della donna, 9 di essi già denunciati per violenza di genere, e 5 soggetti a restrizioni di avvicinamento alla vittima.

Ben 41 bambini e bambine hanno perso la loro madre nei primi due mesi del 2021 per violenza machista. La maggior parte dei casi si concentrano nella provincia di Buenos Aires, la più popolosa del paese. Nel 2020, nonostante il lockdown la stessa organizzazione ha registrato 298 femminicidi commessi nel paese, una media di uno ogni 29 ore.

Le organizzazioni dedicate alla protezione delle vittime di violenza di genere coincidono nell'identificare nella mancanza di protezione da parte dello stato una delle principali cause del fenomeno. Uno dei casi più eclatanti è quello di Úrsula Bahillo, ragazza di 18 anni che aveva sporto 18 denunce contro il suo ex fidanzato per minacce e violenze. La questura di Rojas dove viveva non ha mai agito per proteggerla e l'uomo, un poliziotto, l'ha uccisa con 15 pugnalate lo scorso 17 febbraio.

Questo articolo è disponibile anche in: ES