/

Vaccino, a Rio sospesa la somministrazione per mancanza di dosi

Il sindaco di Rio de Jainero, Eduardo Paes, ha annunciato in un post sui social network che il 17 febbraio la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 verrà sospesa per mancanza di dosi e riprenderà il 22 febbraio. "Ho ricevuto la notizia che non sono arrivate nuove dosi. Dovremo interrompere la nostra campagna domani – ha dichiarato Paes – nonostante tutto garantiamo nella giornata di oggi il vaccino agli over 80 prenotati in lista. Siamo pronti e ne abbiamo già vaccinati 244.852. Ci serve solo il vaccino per continuare la nostra lotta”. Secondo il ministro della Salute pubblica, Daniel Soranz, citato dal portale G1, la vaccinazione dovrebbe riprendere il 22 febbraio, dopo l'arrivo di nuove dosi dall’Istituto di sanità pubblica di San Paolo Butantan. Il Brasile sta vivendo uno dei peggiori momenti dall’inizio della pandemia. Ieri è stato annunciato il decesso di 1.097 persone, per un totale di quasi 240mila vittime. Un numero drammatico di morti, superato soltanto dagli Stati Uniti.

In vista del Carnevale di Rio Paese ha imposto restrizioni per evitare la diffusione del contagio, cancellando di fatto dal calendario la festa. Ma, nonostante questo, nella città brasiliana la festa non si è fermata e migliaia di persone hanno infranto le regole contro la diffusione del Covid-19 partecipando a party illegali di Carnevale. Secondo quanto riporta il Guardian, centinaia di persone sono state arrestate. Soltanto sabato la polizia ha fatto irruzione nel Jockey Club, un noto locale di Rio, fermando 200 persone. Nel frattempo, continuano le indagini della polizia civile di Rio su possibili false applicazioni di vaccini contro il covid-19 in diverse città dello Stato. I sospetti sono nati durante le vaccinazioni degli anziani. C'è un caso in cui, da alcune immagini che hanno fatto il giro del web, un infermiere non sembra stringere il pistone della siringa. "Se le indagini confermeranno che c'è stata una ‘deviazione’ della dose, o qualsiasi altra irregolarità, l’infermiere della foto potrebbe essere arrestato per il reato di appropriazione indebita, con una condanna che può arrivare fino a 12 anni di carcere", ha detto la Polizia Civile in un comunicato.

Questo articolo è disponibile anche in: ES