/

Ora Bolsonaro elogia i vaccini

Inversione ad U del presidente brasiliano Jair Bolsonaro sul tema dei vaccini. In un momento in cui la nazione da lui guidata si trova a contare oltre 230mila morti da Covid, Bolsonaro ha infatti per la prima volta indicato il ricorso ai farmaci immunizzanti come un elemento fondamentale per la ripresa economica della nazione che sta comunque già “reagendo” ai duri colpi inferti dalla pandemia. Sul fronte della lotta al Covid, il presidente ultraconservatore ha dichiarato che la sua amministrazione “sta facendo tutto ciò che è in suo potere. Siamo preoccupati per la vita di cittadini. Se ci vacciniamo, la possibilità di tornare alla normalità nell'economia aumenta in modo esponenziale. Vogliamo che si giunga a questo”. In precedenti – e numerose - occasioni, il capo dello Stato aveva minimizzato l’importanza dei vaccini, tanto che appena a gennaio aveva dichiarato, riferendosi al Coronavac, che “non c'è nulla di scientificamente provato su questo vaccino” nonostante le autorità sanitarie brasiliane lo avessero approvato. Adesso, tuttavia, Bolsonaro appare di parere totalmente opposto e si dice persino favorevole alla vaccinazione della madre di 93 anni.

IL BILANCIO. Secondo l’ultimo bollettino relativo all’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19, nella giornata di ieri il Brasile ha registrato 636 morti per un totale ormai giunto a 232.170. La media mobile dei decessi negli ultimi sette giorni è stata di 1.010 con un tasso di mortalità del 2,4% (il che si traduce in 110 morti ogni 100mila abitanti). Lo stato di San Paolo risulta essere quello della Federazione più colpito dalla pandemia e registra il maggior numero di morti: ben 54.663. Seguono Rio de Janeiro (30.700), Minas Gerais (15.967), Rio Grande do Sul (11.028), Ceará (10.612), Pernambuco (10.508) e Bahia (10.412). Sul fronte dei contagi, ieri lo stato amazzonico ne ha registrati 23.439 per un totale di 9.548.079. La media mobile degli ultimi sette giorni è scesa a 45.537. Anche in questa classifica, San Paolo è lo stato con più contagi registrati (1.851.776), seguito da Minas Gerais (776.215), Bahia (609.755) e Santa Catarina (595.952). Sul fronte delle vaccinazioni, le autorità di Brasilia segnalano 3.753.704 somministrazioni effettuate.

Questo articolo è disponibile anche in: ES