/

Borrell: Processo elettorale non credibile

“Purtroppo le elezioni venezuelane del 6 dicembre 2020 per l’Assemblea nazionale si sono svolte senza un accordo nazionale sulle condizioni elettorali. L’Unione europea ritiene che le elezioni non abbiano né rispettato le norme internazionali per un processo credibile né mobilitato i cittadini venezuelani a parteciparvi. La mancanza di pluralismo politico e il modo in cui sono state programmate e realizzate le elezioni, ivi compresa l’esclusione dei leader dell’opposizione, non consentono all’UE di considerare questo processo elettorale credibile, inclusivo o trasparente né di ritenerne i risultati rappresentativi della volontà democratica del popolo venezuelano. L’UE si rammarica profondamente del fatto che l’Assemblea nazionale abbia assunto il suo mandato il 5 gennaio sulla base di queste elezioni non democratiche”. Queste le parole dell’alto rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza Josep Borrell pronunciate il 6 gennaio per puntualizzare la posizione dell’UE riguardo la crisi politica che sta investendo il paese sudamericano.

“Il Venezuela ha bisogno con urgenza di una soluzione politica per porre fine all’attuale situazione di stallo attraverso un processo inclusivo di dialogo e negoziazione che porti a processi, ivi comprese elezioni locali, presidenziali e legislative, che siano credibili, inclusivi e democratici – ha aggiunto Borrell - In tale contesto l’UE porterà avanti il proprio dialogo con tutti gli attori politici e della società civile che mirano a riportare la democrazia in Venezuela, in particolare Juan Guaidó e altri rappresentanti dell’Assemblea nazionale uscente eletta nel 2015 in quella che è stata l’ultima espressione libera dei cittadini venezuelani in un processo elettorale”.

“L’Unione europea ha ribadito costantemente l’obbligo di garantire appieno il rispetto e la tutela dei diritti umani in Venezuela e sarà particolarmente vigile rispetto a qualsiasi atto di repressione, soprattutto nei confronti di membri dell’opposizione – ha concluso l’alto rappresentante - L’Unione europea invita le autorità e i leader venezuelani a dare priorità agli interessi del popolo venezuelano e a riunirsi con urgenza per avviare un processo di transizione a guida venezuelana, al fine di trovare una soluzione pacifica, inclusiva e sostenibile alla crisi politica. L’UE è pronta a sostenere tale processo. Ed è altresì pronta ad adottare ulteriori misure mirate”.