/  /

Buenos Aires assume la presidenza semestrale del Mercosur

In una cerimonia virtuale, i presidenti dei paesi del Mercosur (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay) si sono riuniti nel 57esimo summit del blocco regionale, in cui il presidente argentino, Alberto Fernandez, ha assunto la presidenza semestrale dell'organismo. Durante il suo discorso di insediamento, Fernandez ha sostenuto che il Mercosur non può progettare una “apertura frivola, e allo stesso tempo non possiamo nemmeno pensare di chiuderci al mondo in modo anacronistico”, in riferimento al trattato di libero scambio che il blocco mantiene in sospeso con l'Unione Europea.

L'Argentina manterrà la presidenza fino al 30 giugno 2021. Durante questo semestre, Fernandez ha assicurato di voler porre le basi di un “eco-Mercosur”, più attento alle fonti di energia rinnovabili e al disboscamento, una delle richieste che provengono da Bruxelles proprio per sbloccare le trattative sull'accordo commerciale. Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, bersaglio delle principali critiche intorno alla mancanza di politiche di preservazione della foresta amazzonica, ha promesso un maggior pragmatismo per superare le differenze che lo distanziano dal governo argentino, e che hanno di fatto azzerato l'effettività del blocco durante l'ultimo anno. Presente anche il neo eletto presidente boliviano, Luis Arce, come membro associato che aspira a diventare membro pieno del blocco.

Questo articolo è disponibile anche in: ES

Federico Larsen