/
Giovedì 17 dicembre ore 20.30

Un italiano collabora alla ricerca di Cuba sui vaccini

Cuba è in prima fila nella lotta al COVID-19. Tutti abbiamo ammirato il lavoro delle Brigate mediche che hanno operato durante la prima ondata in Italia, così come operano in decine di paesi in tutto il mondo, in particolare nei contesti più poveri ed emarginati. La medicina cubana non è, però, solo capace di uno straordinario lavoro sul campo nelle situazioni più difficili: essa dispone anche di un grande e consolidato sistema di ricerca, aperto al mondo, che in questi mesi pesanti sta lavorando a nuovi farmaci e a nuovi vaccini contro la pandemia. Di questa attività è parte anche un giovane ricercatore italiano, Fabrizio Chiodo, che sta collaborando con l’Istituto Finlay della città dell’Avana alla sperimentazione dei due vaccini "Soberana 1" e "Soberana 2". Con Fabrizio Chiodo nella diretta settimanale del Dipartimento Scuola, Università e Ricerca del PCI parleremo delle prospettive di questa fondamentale attività e dei caratteri della ricerca medica a Cuba. Interverranno Luca Cangemi (Responsabile nazionale Scuola e Università - PCI) e il giornalista Francesco Fustaneo. Si potrà seguire la diretta sui canali social del PCI - Partito Comunista Italiano sul tema: giovedì 17 dicembre, dalle ore 20.30.

Questo articolo è disponibile anche in: ES