/

Messico, ricorso per le migranti sterilizzate negli Usa

Il ministero degli esteri messicano ha pubblicato un comunicato in cui annuncia che attraverso il consolato generale del Messico ad Atlanta presenterà un ricorso contro Mahendra Amin, dottore del centro d'accoglienza per migranti di Irwin, accusato di aver praticato interventi chirurgici a nove migranti messicane senza il loro consenso. Secondo la ricostruzione effettuata dagli avvocati del consolato, le cartelle mediche delle vittime permettono di capire che vi sia stata qualche forma di coercizione da parte del personale del centro di detenzione, e che non vi era urgenza alcuna di realizzare le operazioni.

La Commissione Interamericana per i Diritti Umani ha espresso la propria preoccupazione a causa delle denunce di sterilizzazioni forzate nel centro di Irwin, in Georgia. Nei registri del centro risulta un elevato numero di donne sottoposte ad esami ginecologici, alcuni di essi conclusi in isterectomie. Il caso era stato reso noto nel settembre scorso, quando la congressista del Partito Democratico, Pramila Jayapal, ha diffuso la ricostruzione fatta dall'infermiera del centro, Dawn Wooten. Il servizio diplomatico messicano è già in contatto con altre 262 donne che sono passate per quella struttura di frontiera durante il 2019 per indagare intorno alla possibilità che esistano altri casi.

Questo articolo è disponibile anche in: ES