/

La Fondazione Kennedy premia un'attivista indigena per la lotta per i diritti umani

La fondazione statunitense Robert F. Kennedy Human Rights, ha annunciato che quest'anno consegnerà il premio 2020 ai diritti umani, a Alessandra Korap, rappresentante del popolo Munduruku della regione amazzonica del Brasile. La premiazione sarà il prossimo 22 ottobre.

Alessandra Korap ha cominciato a ricevere attenzione internazionale dopo esser riuscita a bloccare il progetto che prevedeva la costruzione di una centrale idroelettrica a Sao Luiz do Tapajós. È la prima donna scelta come rappresentante della Associação Indígena Pariri, che riunisce 35 famiglie rappresentati di 10 comunità indigene di Médio Tapajós nella regione di Itaituba dello stato Pará. Negli ultimi mesi Korap si è lanciata con forza contro il governo di Jair Bolsonaro, accusato di favorire gli interessi dell'agrobuisness tollerando gli incendi che stanno distruggendo le regioni amazzoniche.

Questo articolo è disponibile anche in: ES