/

Professoressa argentina muore di Covid mentre fa lezione su Zoom

Giunge dall’Argentina la tragica storia della professoressa Paola De Simone, 46 anni, docente dell’Uade (Argentine University of Enterprise) stroncata dal Covid mentre stava facendo lezione su Zoom. La docente aveva manifestato diversi sintomi caratteristici della Sars-CoV-2 ma aveva continuato a lavorare insegnando alle “classi virtuali”, quando l’altro ieri pomeriggio ha collassato mentre parlava con un gruppo. "Non posso" si sente gridare De Simone mentre i ragazzi le chiedono di dirgli l’indirizzo per chiamare i soccorsi. Uno degli studenti ha registrato il momento in cui l'insegnante chiede aiuto e geme di dolore e lo ha reso virale tra i suoi compagni, provocando un’ondata d’indignazione generale nel paese. La docente aveva scritto sei giorni fa, il 28 agosto, sul suo account Twitter, di essere stata colpita dal Covid-19 “da più di quattro settimane ma i sintomi non se ne vanno”.

Nonostante ciò, la De Simone ha continuato a svolgere le proprie lezioni, e anche l’altro ieri, prima di entrare nel merito della tematica prevista al programma, aveva premesso come da protocollo di essere affetta dal Covid-19 ribadendo quindi gli studenti l’importanza di seguire tutte le norme di sicurezza. Purtroppo poco dopo si è verificata la crisi fatale, avvenuta per una sfortunata serie di circostanze in un momento in cui il marito, medico, era assente. L’epidemia da Covd-19 sta letteralmente esplodendo in Argentina, che nei primi tempi della comparsa del morbo in America Latina era sembrata restare ai margini delle infezioni. Purtroppo, gli ultimi dati forniti dal ministero della Salute di Buenos Aires hanno riferito che ieri, nelle 24 ore, si sono registrati 245 morti e 12.026 nuovi contagi, ovvero il record assoluto di diagnosi di positività in un’unica giornata nel paese, che è giunto a contare 451.198 infezioni totali e 9.361 vittime.

Questo articolo è disponibile anche in: ES