/

Maduro invita gli osservatori Onu e Ue per le elezioni del 6 dicembre

Il governo venezuelano ha annunciato di aver invitato le Nazioni unite e l’Unione europea a inviare degli osservatori per verificare il corretto svolgimento delle elezioni legislative che si svolgeranno il 6 dicembre. “Abbiamo inviato ad Antonio Guterres e Josep Borrell una lettera concernente le garanzie elettorali generali assicurate per le prossime elezioni legislative, reiterando l’invito alle Nazioni Unite a all’Unione europea a partecipare in veste di osservatori” ha dichiarato il ministro venezuelano agli Affari esteri, Jorge Arreaza, su Twitter.

L’invito è giunto all’indomani della grazia concessa dal capo dello Stato Nicolas Maduro a un centinaio di oppositori tra cui dei deputati e dei collaboratori del leader dell’opposizione nonché autoproclamatosi presidente ad interim Juan Guaido. Una decisione che Maduto ha giustificato con la volontà di attuare una “riconciliazione nazionale” a tre mesi dalla chiamata alle urne che l’opposizione ha intenzione di boicottare. Lo scrutinio dovrà rinnovare il Parlamento, unica istituzione nelle mani dell’opposizione. Guaidò (nella foto) da parte sua ha bollato l’apertura di Maduro come “truffaldina”.

Questo articolo è disponibile anche in: ES