/

All’America latina record di prestiti dal Fmi

Secondo i dati ufficiali pubblicati dal Fondo Monetario Internazionale, l'America Latina è la regione che ha richiesto più crediti al mondo per affrontare l'emergenza Covid. Tra il 14 aprile e il 10 giugno, il Fondo ha firmato accordi per 50,9 miliardi di dollari in totale con paesi della regione. Molto al di sopra dei 15 miliardi stanziati per l'Africa, i 14 miliardi in Medio Oriente, i 6 miliardi destinati all'Europa o i quasi 2 miliardi accordati coi paesi del sudest asiatico.

Quasi la metà dei fondi inviati in Sudamerica, 24 miliardi di dollari, sono stati concessi al Cile, attraverso una “Linea di Credito Flessibile” elargita per dotare di liquidità la Banca Centrale Cilena. Il paese vive una delle peggiori contrazioni economiche della sua storia, con la perdita del 14% del PIL tra aprile e giugno.

Gli altri due grandi prestiti del FMI alla regione sono andati a Colombia (10,8 miliardi che si aggiungono a quelli stanziati direttamente dal governo degli Stati Uniti e annunciati settimana scorsa) e Perù (11 miliardi richiesti come misura preventiva a fine maggio).

Questo articolo è disponibile anche in: ES