/

Alana Mocerì: "Il muro con il Messico non era altro che una truffa"

“Riconosco un predatore quando lo vedo ", ha detto Kamala Harris alla convention democratica. Il riferimento sottilmente velato a Trump ha assunto una rilevanza ancora maggiore dopo l'arresto di Steve Bannon giovedì, l'architetto della campagna di Trump. nel 2016, in particolare sul tema centrale della costruzione di un muro tra gli Stati Uniti e il Messico. E anche, qui in Europa, consigliere per la campagna dei populisti di destra, cercando di creare un "supergruppo" populista a livello europeo. Bannon è stato arrestato per frode ai donatori di una fondazione che ha promesso di costruire, indovina un po ', il muro. Con questo, il numero di consiglieri di Trump che sono stati accusati di un reato penale per l'uno o per l'altro motivo sale a sette, a testimonianza della sconcertante corruzione del presidente e dei suoi compari. L'arresto è avvenuto lo stesso giorno in cui Joe Biden ha accettato la candidatura democratica, e appena quattro prima della convention repubblicana. E, cosa più importante, rende chiaro che la grande idea di Bannon di costruire un muro da un'estremità all'altra del confine meridionale degli Stati Uniti non era altro che una truffa.

Questo articolo è disponibile anche in: ES