/  /

Dramma Messico, lockdown in Colombia

In America Latina, che da domenica scorsa rappresenta secondo le statistiche ufficiali la regione del mondo più duramente colpita dalla pandemia, la situazione è drammatica oltre che in Brasile anche in Messico, che rappresenta, come numero di morti, il secondo stato più martoriato del continente. Le autorità sanitarie hanno ormai censito ben 44.876 decessi legati al Covid-19 che rappresentano il quarto peggior bilancio su scala mondiale alle spalle di Stati Uniti, Brasile e Gran Bretagna. Come in Brasile, anche qui la propagazione del nuovo coronavirus sembra tuttora inarrestabile, come dimostrano in nuovi 7.208 nuovi casi intercettati dalle autorità sanitarie nelle ultime 24 ore che ne portano il totale dalla comparsa del morbo a 402 697. Altissimo anche il numero dei decessi nella sola giornata di ieri: 854. In Colombia la quarantena è stata estesa fino al 30 agosto nel tentativo di arginare il virus che anche qui, come nel resto dell’America Latina, sembra non avere ostacoli. A dare l’annuncio del nuovo decreto di lockdown è stato il presidente Ivan Duque. La Colombia ha registrato più di 267 mila casi e oltre 9 mila morti. Si tratta dell'ottava volta che la quarantena viene prolungata, una situazione che ha gettato un’economia con gravi problemi in uno stato di prostrazione totale.

Questo articolo è disponibile anche in: ES