/

Medici contro Bolsonaro: sia processato per crimini contro l’umanità

Dei membri del personale della sanità afferenti alla rete sindacale UniSaude, che rappresenta quasi un milione di medici, infermieri e operatori sanitari di 18 stati del Brasile, hanno chiesto alla Corte penale internazionale di aprire una inchiesta sulla risposta del presidente Jair Bolsonaro alla pandemia da Covid-19 che ha letteralmente messo in ginocchio l’immenso stato amazzonico. Secondo i firmatari dell’istanza, che ha ben 64 pagine di motivazioni, Bolsonaro sarebbe colpevole di un crimine contro l’umanità. Nel documento, il presidente viene accusato di aver “dimostrano una criminale negligenza nella gestione della pandemia, mettendo a repentaglio la vita dei professionisti della sanità e dei membri della società brasiliana”.