/

Il terremoto fa 6 vittime a Oaxaca, revocato l'allarme tsunami

Sono sei le persone rimaste uccise nel terremoto di magnitudo 7.1 che ieri ha colpito la regione centrale del Messico di Oaxaca, ma i cui sciami sono arrivati anche a Città del Messico. Le persone rimaste ferite 23, 139 gli sfollati, sistemati in 12 alberghi. Per quanto riguarda i danni alle infrastrutture, secondo le autorità messicane 534 case e 21 ospedali hanno subito danni lievi. Il terremoto ha provocato tre interruzioni di corrente e lo scoppio di un incendio nella raffineria di Salina Cruz, per il quale è immediatamente intervenuto il personale di Pemex). Immediatamente era scattata l’allerta tsunami che spesso segue gli eventi sismici negli Oceani, ma ogg come riporta lo United States Geological Survey, agenzia scientifica degli Stati Uniti, ha revocato l'allarme che riguardava le coste di di Messico, Ecuador, Panama, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Perù e Hawaii. Papa Francesco, nell’odierna udienza generale, ha rivolto un pensiero al popolo messicano: “Preghiamo per loro, per le vittime e i feriti, che l’aiuto di Dio e dei fratelli dia loro forza e sostegno".

Questo articolo è disponibile anche in: ES