/

Riprende la missione italiana di Avio nella Guyana Francese

Una missione tutta italiana ha portato oltre 60 persone di Avio dall'aeroporto di Fiumicino (Roma) a Cayenne, a bordo di un aereo Alitalia, un consulente medico esperto e dipendenti di altre società italiane nel settore spaziale, come come Temis e D-Orbit. Per la prima volta, un aereo italiano è atterrato sulla Guyana francese, nel mezzo dell'emergenza COVID-19.

L'organizzazione della missione, in condizioni di elevata sicurezza sanitaria, è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione e alla consulenza del Primo Ministro italiano (a cui appartiene il Comitato interministeriale per le politiche spaziali che è attivo dal 2018) e il Ministero della Difesa italiano. Dopo il blocco causato dall'emergenza del Coronavirus, lo spazioporto europeo di Kourou (Guyana francese) ha ripreso le attività. Pertanto, il principale impegno dell'industria spaziale italiana si è intensificato in vista del primo lancio - previsto per la prossima metà giugno - del lanciatore Vega, prodotto da Avio Spa nel suo sito produttivo vicino a Roma (Colleferro).

Questo articolo è disponibile anche in: ES