/

Giocattoli cinesi addio, ora le bambole si costruiscono in casa

Il Giorno dei Bambini (Dia das Crianças no Brasil) è il momento di massimo consumo di giocattoli in Brasile. L’appuntamento è in ottobre, ma difficilmente per quella data sarà possibile soddisfare la domanda di giocattoli prodotti di Cina, che coprono il 48% del mercato brasiliano. Il coronavirus ha infatti messo in ginocchio le fabbriche cinesi, comprese quelle di giocattoli. Ma poiché anche in economia vale il principio “mors tua vita mea”, le industrie brasiliane si stanno attrezzando per coprire la quota di mercato fino a ieri appannaggio dei concorrenti cinesi. Si è calcolato che l'assenza dei prodotti importati potrebbe creare 25.000 posti di lavoro nel settore dei giocattoli, sempre per soddisfare la domanda eccezionale del Giorno dei Bambini.

Questo articolo è disponibile anche in: ES