/

Gara di solidarietà a Crema per accogliere i medici cubani

"Sono risorse preziosissime e nutriamo fiducia circa il fatto che saranno grandissimi alleati nella lotta al virus, nella cura dei nostri concittadini malati e anche in un poco di sgravio per i nostri operatori sanitari, ormai stremati. L'equipe lavorerà in strettissima sinergia con il Maggiore". È quanto ha dichiarato la sindaca di Crema Stefania Bonaldi, parlando del gruppo di 36 medici e 15 infermieri arrivati da Cuba per aiutare nell'emergenza coronavirus.

"Del gruppo di medici - si legge sull'edizione milanese de Il Corriere della Sera - fanno parte un capo di brigata, il dottor Carlos Pérez Días, direttore dell'ospedale 'Joaquín Albarrán', un responsabile della logistica e del coordinamento, 35 medici, di cui 23 specialisti in Medicina generale integrale, 3 pneumologi, 3 intensivisti, 3 specialisti in malattie infettive e 3 specialisti di emergenza. Insieme a loro, 15 infermieri, di cui 7 intensivisti e 8 specializzati in emergenze".

Per ovvi motivi di sicurezza non è stato organizzato un benvenuto ufficiale, ma la sindaca assicura che ci sarà una festa "in occasione della loro partenza, perché vorrà dire che avremo debellato questo maledetto virus. Una promessa e una certezza". Nel frattempo, si legge sul Corriere "a Crema e nei paesi vicini "è iniziata la gara di solidarietà per accogliere il team cubano".

Questo articolo è disponibile anche in: ES