/

Il Cile rimanda il referendum costituzionale

Dopo aver dovuto rinunciare ad ospitare il Cop25 a Santiago a causa delle tensioni all'interno del paese, ora il governo cileno si vede costretto a rimandare il referendum costituzionale previsto per il 26 aprile. Questa volta il problema è l'emergenza coronavirus.

Maggioranza e opposizione hanno raggiunto l'accordo sulla data del 25 ottobre, dopo un confronto del mondo politico con la comunità scientifica del paese.

Questo articolo è disponibile anche in: ES