/

La sfida dei giovani per il superamento della povertà e della disuguaglianza

I giovani di 16 paesi dell'America Latina e dei Caraibi hanno ribadito il loro impegno a superare la povertà e la disuguaglianza, per il raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile al fine di soddisfare l'Agenda 2030, durante un evento tenutosi presso la sede della CEPAL, a Santiago del Cile.

L'evento si è tenuto l'11 marzo nell'ambito dell'iniziativa Concausa 2030, organizzata dalla Commissione economica per l'America latina e i Caraibi (CEPAL), la Fundación América Solidaria e l'Ufficio dell'Unicef in Cile, che cerca di diffondere progetti di innovazione sociale e ambientale guidati da adolescenti nel tentativo di cambiare la realtà delle loro comunità.

Nella quarta edizione di Concausa sono state selezionate 2.340 persone tra i 14 e 17 anni, di cui 51 giovani provenienti da Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, El Salvador, Stati Uniti, Guatemala e Honduras, Messico, Panama, Paraguay, Perù, Repubblica Dominicana e Uruguay.

I giovani selezionati hanno formato 17 squadre, ognuna con progetti che promuovono temi chiave per lo sviluppo della regione, tra i quali superare la povertà infantile, porre fine alla violenza di genere, prendersi cura dell'ambiente e ridurre le disuguaglianze.

Dal 6 all'11 marzo, i team di persone selezionate hanno partecipato a una settimana di attività di formazione a Santiago del Cile, che hanno permesso loro di lavorare con le proprie iniziative insieme a tutor ed esperti e conoscere l'Agenda 2030 e i suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile.

Questo articolo è disponibile anche in: ES