/

Sicurezza nelle carceri: al via la collaborazione con Brasile e Stati Uniti

Il Brasile fornirà formazione agli agenti penitenziari del Paraguay che lavoreranno nell'ambito dei piani di massima sicurezza, mentre gli Stati Uniti invieranno esperti nordamericani sul campo al fine di sviluppare una diagnosi che sarà essenziale per creare e attuare un nuovo piano d'azione. È quanto fa sapere il ministero della Giustizia del Paraguay in una nota.

L'iniziativa è nata per rispondere all'emergenza penitenziaria dovuta ai gruppi criminali che si sono organizzati all'interno delle carceri. Il presidente Mario Abdo ha ricevuto quindi l'appoggio di entrambi i governi.

Inoltre il ministero della Giustizia ha presentato al presidente della Corte suprema di giustizia una richiesta per il ripristino del comitato interistituzionale di emergenza carceraria. Il lavoro interistituzionale si baserà principalmente su quattro punti: riduzione del sovraffollamento nelle carceri, attenzione ai bisogni della popolazione carceraria, rafforzamento della sicurezza penitenziaria interna e perimetrale e rafforzamento dell'intelligence penitenziaria.

Questo articolo è disponibile anche in: ES