/

Il sottosegretario Merlo all'inaugurazione dell'Ospedale italiano

Il sottosegretario agli Esteri Ricardo Merlo presenzierà sabato 1 febbraio all'atto fondativo dell'Ospedale italiano di Caracas, presso il Centro Italo-Venezuelano.

Il nuovo ospedale sarà completamente dedicato alle cure degli italiani e italo-venezuelani in Venezuela. La realizzazione della struttura, seguita in ogni suo passaggio dall'ambasciatore italiano in terra venezuelana, Placido Vigo, e dal console generale a Caracas Enrico Mora, è ormai completa.

"Sono contento, ma non sorpreso, dell'ottimo lavoro che sta portando avanti l'ambasciatore Vigo. Da sempre come governo italiano siamo vicini ai nostri connazionali in Venezuela" ha dichiarato Merlo, che ha aggiunto: "Dopo avere stanziato milioni di euro per l'assistenza ai nostri fratelli italiani e dopo avere inviato diversi container contenenti beni di prima necessità e medicinali, ecco che il progetto dell'Ospedale italiano rientra in quel percorso teso ad essere ancora più vicini ai nostri connazionali e a promuovere ancora più Italia in Venezuela".

All'evento parteciperanno tra gli altri, il presidente della Federazione Internazionale della Croce Rossa Francesco Rocca, il direttore scientifico dell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano Roberto Orecchia, il presidente dell'Ospedale italiano di Buenos Aires Franco Livini, il presidente dell'Asociación Anticancerosa de Venezuela Cono Gumina e il console generale a Caracas Enrico Mora.

Durante la sua missione in Venezuela, tra le altre cose Merlo incontrerà le autorità diplomatico-consolari locali, "dimostrando così la sua vicinanza e il suo impegno a mettere in campo tutti gli strumenti che possano migliorare i servizi della rete consolare e le condizioni di vita degli italiani residenti in terra venezuelana", conclude la nota.

Questo articolo è disponibile anche in: ES