/

Il sindaco di Lampedusa: "Le migrazioni non si possono fermare ma regolare"

"Gli esseri umani migrano da sempre, per questo resto stupito nel sentire leader politici proporre ricette per 'fermare' la migrazione, quando invece bisogna organizzarla, renderla regolata e sicura. Il global compact, il documento dell'Onu, puo' essere un punto di riferimento fondamentale per i governi e per i territori". Lo ha detto il sindaco di Lampedusa e Linosa Totò Martello nel corso del "12 Global Forum on Migration and Development", il forum internazionale promosso dall'Organizzazione per le Nazioni Unite su "migrazione e sviluppo" che si svolge a Quito fino al 24 gennaio.

"Il fenomeno migratorio è globale - ha detto Martello - ed ognuno deve fare la propria parte. Anche noi sindaci abbiamo un ruolo determinante, perché se è vero che le politiche le decidono i governi, è vero anche che sono i territori locali a confrontarsi quotidianamente con gli effetti di quelle decisioni. Dobbiamo far sentire la nostra voce e incidere dal basso sulle scelte nazionali e sovranazionali".

Questo articolo è disponibile anche in: ES